La ragazza della bandiera, Francesca Meneghin e il Libero Sindacato

La biografia di una donna che ha fatto la storia del sindacato e della lotta per i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici della provincia di Treviso.
Ex Chiesa di San Gregorio Magno Vicolo S. Gregorio, 7 — Treviso
24/10/2021 18:30

Francesca Meneghin è nata a Vittorio Veneto nel 1927 e rappresenta la storia di questa comunità e di questa città, dove ancora vive, a pochi passi dal Museo della Battaglia.

La sua è una storia di impegno sociale a tutto tondo. A 11 anni è operaia alla Bacologica Sbrojavacca, poi in una fabbrica di campanelli per biciclette ed infine al Lanificio Cini. Durante il fascismo, che le assassina tre cugini, porta i messaggi della Resistenza vittoriese per le case. Alla Liberazione conosce Tina Anselmi con cui – come ha ricordato al Presidente Mattarella in occasione del 25 Aprile 2019 – rimane in stretta amicizia condividendo battaglie sociali e politiche. Nel 1947 è nella Corrente Sindacale Cristiana della Cgil e quindi fondatrice della Cisl di Treviso nel 1950. Nel 1957 è la prima donna della Cisl ad assumere l’incarico di responsabile territoriale, a Vittorio Veneto.

A Francesca Meneghin è dedicato l’evento di presentazione del libro sulla sua storia, pubblicato dalla Cisl, curato dal professor Mauro Pitteri, titolato “La ragazza della bandiera, Francesca Meneghin e il Libero Sindacato”. Oltre a lei e all’autore, interverrà il Segretario generale della Cisl Belluno Treviso Massimiliano Paglini.

Evento a cura di Cisl Belluno Treviso